Conciliazione Controversie

Che cosa è e a che cosa serve?

È uno strumento extragiudiziale per la risoluzione delle problematiche relative al contratto di fornitura a disposizione dei Clienti di energia elettrica e gas inclusi i prosumer (cioè coloro che sono allo stesso tempo produttori e consumatori di energia elettrica).

Dal 1° gennaio 2017, i Clienti finali per le controversie nei settori dell’energia elettrica e gas, dopo aver inviato il reclamo all’operatore, devono ricorrere, prima di procedere all’azione giudiziale, ad un tentativo obbligatorio di conciliazione che può essere svolto dal Servizio Conciliazione dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) o altri Organismi accreditati di risoluzione extragiudiziale delle controversie (organismo ADR) o presso le Camere di Commercio.

Se il cliente finale è rimasto insoddisfatto della gestione del suo reclamo, o non ha ricevuto risposta nei termini previsti, prima di ricorrere al giudice ordinario dovrà obbligatoriamente ricorrere a uno strumento di ADR. Il ricorso allo strumento di conciliazione delle controversie deve essere avviato necessariamente prima dell’azione giudiziale che il cliente vuole eventualmente intraprendere.

Per informazioni e accesso al Servizio Conciliazione introdotto dall’Autorità con delibera 260/2012/E/com consultare il sito:

https://www.arera.it/it/consumatori/conciliazione.htm

Hai dubbi o domande?

Consulta le FAQ